Aprile - Giugno | 2012

  numero 2

EDITORIALE

In questo periodo di grossi cambiamenti e turbolenze, vogliamo dedicare un pensiero al nuovo Presidente della Confindustria Giorgio Squinzi che dal maggio 2012 ha raccolto il testimone dall’uscente Emma Marcegaglia, donna coraggiosa ed appassionata che in questi ultimi quattro anni di presidenza si è trovata al centro di numerosi contrasti e dibattiti tutti affrontati con determinazione e perseveranza, qualità di cui farà tesoro il nuovo Presidente moltiplicandone gli sforzi, applicando la sua esperienza di imprenditore.

Formuliamo l’augurio che Giorgio Squinzi possa svolgere il suo mandato con la massima professionalità in modo da continuare a raccogliere, nei prossimi anni, l’assenso di quanti oggi hanno creduto nella sua competenza ed offerto il proprio appoggio.

Desideriamo, inoltre, esprimere le nostre più vive felicitazioni alla dottoressa Anna Maria Tarantola, il cui valore ha trovato ampia attenzione e spazio sulla nostra rivista che ha più volte pubblicato i suoi interventi nella veste di dirigente della Banca d’Italia, per la sua nomina a Presidente dell’azienda RAI.
Ella nel suo primo intervento nel nuovo incarico si è così espressa: “Auspico che la RAI diventi un’azienda competitiva, autorevole e indipendente, orientata all’eccellenza nell’informazione e nell’intrattenimento. Una RAI capace di coniugare rispetto e correttezza, ponendosi al servizio dei cittadini con l’obiettivo finale di elevare il livello culturale del Paese”.

La speranza che ciascun manager o personalità investito di potere nel nostro Paese possa poter agire sempre con senso di responsabilità per la realizzazione del bene comune, è la fune a cui oggi ci aggrappiamo per mantenere salda la fiducia nel percorso futuro delle giovani generazioni.

 
Gianpaolo Trucchi

ARTICOLI

Ecco le novità sulle penalità per chi esporta valuta non dichiarata.

CONDIVIDI